Coronavirus: sospensione di tutte le attività sportive e aggregative

Corona virus

A margine del Consiglio dei Ministri urgente tenutosi nella tarda serata della giornata di ieri 22 febbraio, in accordo con le decisioni del Governo Italiano, il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport on. Vincenzo Spadafora, ha inviato un Comunicato rivolto al Presidente del CONI Giovanni Malagò e da questi immediatamente divulgato a tutti gli Organismi Sportivi, che invita alla sospensione di tutte le attività sportive nelle regioni Veneto e Lombardia.

In ottemperanza a quanto decretato con la massima urgenza dal Presidente del Veneto Luca Zaia con il commissario Borrelli, viste le indicazioni ricevute dalla Presidenza del Centro Sportivo Italiano, l’Associazione NOI San Paolo dispone la sospensione immediata a partire dalla giornata odierna del 23 febbraio 2020 e fino a comunicazione contraria, di tutte le attività aggregative e sportive, di ogni ordine e disciplina, ivi compresi allenamenti, corsi musicali e attività di doposcuola, al fine di tutelare la salute generale e contenere in maniera efficace il rischio di contagio da Coronavirus Covid-19.

Confidando nella massima collaborazione ed impegno da parte di tutti gli allenatori, responsabili, atleti e loro familiari, il Consiglio di Amministrazione invita a seguire le indicazioni emanate dalle Autorità sanitarie e politiche, adottando il principio di massima cautela al fine di tutelare la sicurezza pubblica e personale, assicurando tempestive comunicazioni sull’evolversi della situazione sanitaria nelle zone interessate e in tutto il territorio nazionale.

Allegati
Ordinanza urgente della Regione del Veneto
DPCM del 23/02/2020
Misure precauzionali