L’oratorio: il posto più bello del mondo

L’oratorio non è un luogo, ma sono le relazioni, le persone che lo vivono

Nell’ultimo video il “prete youtuber” don Alberto Ravagnani ci porta nel «posto più bello del mondo»: l’oratorio.

«Questo luogo è casa mia – dice don Alberto – non sarà l’oratorio perfetto, ma sono proprio le imperfezioni a renderlo (e renderci) così belli». E soprattutto, «l’oratorio non è un luogo, ma sono le relazioni, le persone che lo vivono, le amicizie, le emozioni, le risate, le confidenze. È chi lo frequenta a renderlo il posto più bello del mondo».
«Un luogo a cui devo tutto, senza il quale non sarei il prete che sono. Anzi, senza il quale non sarei proprio diventato prete», dice il giovane sacerdote della parrocchia di San Michele.

Nel suo ultimo video il giovane don Alberto è impegnato in un “tour” all’interno del suo oratorio, il San Filippo Nero di Busto Arsizio, tra il campo di calcetto in cemento («dove ci ho quasi lasciato una gamba»), il campone da calcio in terra («sembra più una spiaggia o un maneggio per cavalli»), il colonnato richiamato nel logo del “Neri” e gli spazi dell’associazione Ali d’Aquila che aiuta i senzatetto.